Utilizziamo i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se prosegui nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie in accordo con la nostra cookie policy.
Lingue
Social media
Contatti
Indirizzo

Via delle Fornaci, 57 - Impruneta (Firenze)

Email

info@fornacemasini.it

Telefono

+39.055.2011683

Foto 0
Foto 1
Foto 2
Foto 3

Fornace Masini

La Fornace Masini

La fornace Masini, inizia la sua attività nel lontano 1938, rilevando una delle fornaci più antiche presenti sul territorio. Da quel momento, generazione dopo generazione, ci impegniamo ad offrire e garantire prodotti che uniscano la bellezza e l'artigianalità alla funzionalità e resistenza. Ogni manufatto è un pezzo unico anche se uguale ai suoi simili, e tutti insieme, nell'aia della Fornace Masini ci invitano ad ascoltare la loro storia.

Lavorare La Terracotta

Esistono molte tecniche della lavorazione della terracotta, ognuna con i propri segreti, la propria storia, i propri artigiani: noi lavoriamo la creta seguendo le antiche tecniche della tradizione. Nella fornace, acqua, aria, fuoco e terra si amalgamo e si abbracciano, dando vita a oggetti unici nel loro genere, di straordinaria bellezza.

I Nostri Prodotti

Tutta la gamma delle terrecotte "MASINI" ben si adatta per l'arredamento di interni ma, per la naturale contiguità del materiale con l'ambiente e i colori della natura, trova negli arredi dei giardini le sue applicazioni più felici. I nostri prodotti sono riconosciuti da un marchio che garantisce l'altissimo livello di ogni singolo oggetto, in cui sono chiaramente rintracciabili il tocco insostituibile dell'artigiano e la forza viva della tradizione.

Il Cotto Nell´Arte

Il cotto imprunetino è stato utilizzato nelle più importanti strutture fiorentine, come la Chiesa di Santo Spirito, sant’Ambrogio, gli appartamenti granducali del Palazzo Vecchio, il convento della Santissima Annunziata, Santa Trinita e gli ospedali di Santa Maria Nuova e degli Innocenti. Ma solo Filippo Brunelleschi, con la cupola di Santa Maria del Fiore, è riuscito a portare il cotto imprunetino tanto in alto, dove ancora oggi risiede maestoso, avvolto da migliaia di sguardi ogni giorno.

I prodotti